La comunità italo-australiana con base a Perth

  • Community

    Il "chi" dietro ItalWA

    Io, Andrea di ItalWA

    Ciao, sono Andrea e mi godo la vita in Australia dal 2010, anno in cui ho fatto il mio primo viaggio Down Under, in lungo e in largo per il continente. Poi mi sono stabilito a Fremantle, una piccola città portuale situata a 20 km a sud di Perth, in Western Australia, e devo dire di essere molto soddisfatto delle mie scelte e di aver percorso la lunga strada che mi ha portato fin qua.

  • Andrea Pastacaldi Team ItalWA - Italo-australiani a Perth, Australia

Eventi

2010

Primo viaggio da turista

Eventi

2011

Motivation Run

Eventi

2013

Business market

Eventi

2016

W&V Camp

Il team di ItalWA

Andrea Pastacaldi

Andrea Pastacaldi

Founder and Business Development Manager

Marzia Gastaldi

Marzia Gastaldi

Events Coordinator

Andrea Pastacaldi

La mia vita prima di partire

Sono nato e cresciuto in un piccolo paese della Toscana, vicino ai monti e non troppo lontano dal mare, a due passi dalle dolci colline della nostra campagna e legato ad un patrimonio artistico e culturale che il mondo ci invidia. Che fortuna, vero?

Eppure, crescendo, ho iniziato a sentire che l'Italia non faceva più per me: mi mancava qualcosa, non mi soddisfaceva e per certi versi mi soffocava. Con i primi viaggi all'estero, sia per vacanza che per lavoro, è nata, e si è poi rafforzata col tempo, l'idea di lasciare tutto e buttarmi in un'avventura in un altro Paese. A malincuore avrei lasciato i miei carissimi genitori, amici e parenti a cui sono molto legato e un posto di lavoro a tempo indeterminato, ma la voglia si è trasformata una necessità, e la scelta è diventata inevitabile.

Rottnest Island Beaches

Perché proprio l'Australia

Quando ho iniziato a guardarmi intorno seriamente e a fare delle ricerche, ho pensato a tanti Paesi, sia in Europa che oltreoceano, e alla fine mi sono ritrovato a scegliere il Paese piu' lontano da casa. A quei tempi non c'erano le migliaia di gruppi Facebook dove si scambiano opinioni e ci si può mettere in contatto con chi vive già sul posto per farsi un'idea di come si vive e delle reali opportunità. E forse questo ha aumentato il fascino ed ha alimentato la mia curiosità e voglia di scoprire, anche se i motivi della scelta sono stati poi altri.

L'Australia veniva descritta nei vari blog e guide turistiche come la terra delle opportunità, dallo stile di vita rilassato, dall'ottimo clima e con una popolazione accogliente e sorridente. Potresti desiderare di meglio? Ok, non è proprio dietro l'angolo e non è poi tutto come sognamo prima di partire, ma ho percepito subito che lo stile di vita è,
per quanto mi riguarda e per quello che ho visto in giro per il mondo, davvero invidiabile! E questo lo posso confermare tranquillamente anche adesso a distanza di 6 anni.

E perché proprio il Western Australia

In un anno di viaggio con un visto Working Holiday e con un furgoncino che ho dipinto e trasformato in una sorta di camper, ho visitato quasi tutta la costa, le principali città ed attrazioni. Mi sono fermato qua e là, qualche volta per pochi giorni o addirittura poche ore, altre volte per mesi.
Un'avventura continua e un'esperienza bellissima che consiglio a tutti di fare.

Ma quando sono arrivato in Western Australia, sono rimasto subito colpito dalla natura selvaggia, dai km di terra rossa e di spiagge incontaminate, dai parchi naturali molto meno turistici rispetto alla costa Est e più rispettosi dell'ambiente. Poi sono arrivato a Fremantle, dove mi sono accampato per qualche settimana, e per la prima volta ho sentito che avevo trovato il posto dove avrei voluto iniziare una nuova vita. Ma decisi di continuare il viaggio per concludere il giro completo ed arrivare fino a Melbourne, per poi fare un salto in Italia passando per l'Indonesia, altro viaggio indimenticabile.

La mia nuova vita in Western Australia

Il salto in Italia si è prolungato per un anno, che ho utilizzato per fare esperienza nell'officina di mio padre, un fabbro artigiano, un artista del ferro battuto con 50 anni di esperienza + quella ereditata da mio nonno. Mi sono impegnato ad imparare ed affinare alcune tecniche di fabbricazione, ho preso un certificato come saldatore, ed ho rifatto le valigie per ripartire. 

Questa volta con degli obiettivi più concreti: stabilirmi in Australia, nella zona Fremantle, ed ottenere un visto australiano permanente sfruttando le mie capacità tecniche nel settore del ferro e la creatività che mi portavo dall'Italia. Dopo un anno ho finalmente trovato il famigerato sponsor, e dopo altri 2 ho raggiunto il mio obiettivo principale, sono diventato Permanent Resident!

Il percorso non è stato facile, ho dovuto fare sacrifici, adeguarmi a situazioni a volte non proprio del tutto piacevoli, ma lo sforzo e l'impegno sono stati ripagati. Adesso ho un lavoro che mi piace, amici provenienti da tutto il mondo, ed abito a 10 minuti dall'Oceano Indiano. 

Mi sento libero e pieno di voglia di fare, ho sogni da realizzare e progetti in corso, penso a godermi il quotidiano e a pianificare il futuro. Sono molto soddisfatto delle scelte fatte fino ad ora a volte con molto coraggio, altre con spontaneità e leggerezza, e devo ringraziare questa terra che mi ha accolto a braccia aperte.

Marzia Gastaldi

A incontrarmi per strada, la prima impressione che do non è certo quella della ragazza con la valigia in mano. Eppure, nel gennaio 2014, con un’esperienza di revisione contabile all’attivo e tanto amore per la mia Milano, mi sono detta che si vive una sola volta, e sono partita alla volta dell’Australia.

L’aspettativa era di girare il continente per qualche mese e tornarmene indietro con la coda tra le gambe: è invece trascorso qualche anno, e Perth è diventata "casa". Ho visitato Melbourne e Sydney, Brisbane, Exmouth e il sud del Western Australia, sono stata a Bali e negli Emirati Arabi, ogni anno torno in Italia e sto accumulando un numero notevole di ore di esperienza di volo.

Amo perdermi nei cieli senza confini di Perth e i BBQ sulla spiaggia, vedere il mondo da prospettive diverse e scoprire ogni giorno che ci sono altri, infiniti modi di vivere.

Ho incontrato Andrea e ItalWA durante il mio lavoro alla Camera di Commercio e Industria Italiana a Perth e dal primo giorno mi sono immedesimata nel desiderio di portare avanti e comunicare il nostro essere Italiani senza compromessi.

Con ItalWA collaboro sull’ideazione e il coordinamento di eventi legati alla nostra cultura. Un po’ per lavoro, un po’ per passione, a Perth mi sono infatti dedicata all’organizzazione di eventi nel settore del cibo italiano che hanno coinvolto e aggregato oltre 20.000 persone.

In particolare, sono orgogliosa delle prime due edizioni di Festival Italia che ha ricevuto il riconoscimento ufficiale da parte della City of Perth, e della prima Sagra della Pasta a Fremantle "Let’s Sagra", un progetto auto-finanziato, realizzato in collaborazione con tre splendide professioniste italiane e il supporto di un incredibile numero di volontari.

Nel settembre 2017 ho partecipato alla creazione di un’area tutta italiana all’interno del Perth Royal Show, la maggiore fiera agricola del Western Australia che ogni anno accoglie più di 350.000 persone.

ItalWA è una promessa a quelli di voi che desiderano immigrare in Australia e avere un punto di appoggio e incontro: siamo aperti al dialogo e alla collaborazione, per cui se avete un’idea, fatevi avanti! Ci faremo in otto per aiutarvi a realizzarla! :)

Nice Social Bookmark

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedin
Pin It